Omniscient Reader’s Viewpoint – Capitolo 2

Episodio 1 – Inizia il servizio a pagamento (2)

「Dokkaebi. La prima volta che apparve, secondo alcuni. 」[I dokkaebi sono creature leggendarie del folklore coreano, esseri simili a folletti o goblin, con enormi poteri che possono usare tanto in modo benevolo quanto per tirare brutti scherzi agli umani. Ndt]

Non sapevo perché quella frase mi fosse venuta improvvisamente in mente. Il treno della metropolitana fermo, la stanza buia… Questi dettagli mi avevano dato un senso di déjà-vu. Non era la prima volta che la metropolitana si fermava, ma era comunque un evento raro. Anche così, però, perché era successo? Mi tornavano in mente le parole familiari di una certa storia… Ma era ridicolo. Era impossibile, vero?

In quel momento, la porta del vagone numero 3807 si spalancò e l’elettricità tornò. Yoo Sangah borbottò al mio fianco: “… Dokkaebi?”

La mia testa risuonava. Tremai, a disagio mentre la novel che conoscevo e la realtà davanti a me si sovrapponevano.

「Dotato di due piccole corna e con indosso una piccola stuoia di paglia, la strana e soffice creatura galleggiava nell’aria. 」

「Era troppo strano per chiamarlo fatina, troppo malvagio per chiamarlo angelo e troppo tranquillo per chiamarlo demone. 」

「Quindi, era chiamato ‘dokkkaebi’. 」

E sapevo già la prima cosa che avrebbe detto il dokkaebi.

「& 아 # @! & 아 # @! … 」

[& 아 # @! & 아 # @!….]

Finzione e realtà si sovrapponevano in modo perfetto.

“Cos’è questo?”

“Realtà aumentata?”

Nel mentre che le persone chiacchieravano tra loro, io solo venni catapultato con la mente in un altro mondo. Quello era inequivocabilmente un dokkaebi, lo stesso dokkaebi che aveva aperto le porte a una tragedia di immani proporzioni in “Ways of Survival”. Fu la voce di Yoo Sangah a farmi uscire dai miei pensieri.

“Suona vagamente come lo spagnolo. Dovrei parlarci?”

Rimasi un po’ sorpreso, poi le domandai: “… Cos’è? Intendi chiedergli dei soldi?”

“No, ma…”

In quel momento sentii pronunciare le seguenti parole in un coreano corretto.

[Ah. Ah. Prova, prova? Ah, finalmente, per un attimo me la sono vista brutta perché la patch coreana non funzionava. Potete sentirmi tutti quanti?]

Mentre veniva parlata una lingua familiare, potevo vedere le espressioni delle persone intorno a me rilassarsi. Il primo a farsi avanti fu un omone in giacca e cravatta.

“Ehi, cos’hai intenzione di fare?”

[… Eh?]

“State girando un film? Devo andare via presto perché tra poco ho un’audizione.”

Doveva essere un attore sconosciuto, poiché il suo volto non era familiare. Se fossi stato un direttore del casting, lo avrei scelto per la sua traboccante ambizione. Sfortunatamente, la presenza davanti a lui in quel momento non era un regista.

[Ah, un’audizione. Non sapevo ce ne fossero a quest’ora. Anche se in verità pure questa è un’audizione. Ahah, c’è stata una carenza di informazioni. Pensavo che non ci sarebbero stati problemi ponendo l’inizio della monetizzazione alle 19:00.]

“Cosa? Di che stai parlando?”

[Su, su. Tutti voi, rimanete calmi ai vostri posti e ascoltatemi. Ora vi dirò qualcosa di molto importante!]

La sensazione nel mio petto stava diventando soffocante.

“Che cosa? Scendi subito dal treno!”

“Qualcuno chiami il macchinista!”

“Che diavolo stanno facendo senza nemmeno chiedere la nostra collaborazione?”

“Mamma, cos’è quello? Un cartone animato?”

Non c’erano dubbio a riguardo. Questo era lo sviluppo che conoscevo. Non avrei voluto essere coinvolto… ma era inutile. Le persone presenti non avrebbero ascoltato questa creatura in CG piccola e carina. L’unica cosa che potevo fare era fermare Yoo Sangah, che stava cercando di alzarsi dal suo posto.

“Yoo Sangah, è pericoloso, quindi resta qui.”

“Eh?” Gli occhi di Yoo Sangah si spalancarono. Avevo parlato in un momento di smarrimento, ma non c’era modo di spiegare quello che avevo capito. Per essere esatti, non dovetti spiegare.

[Ahah, siete molto rumorosi.]

C’era una presenza con un potere persuasivo più forte di chiunque altro, in quel momento.

[Vi avevo detto di stare zitti.]

Abbassai lentamente le palpebre mentre gli occhi del dokkaebi diventavano rossi. Qualcosa esplose e la metropolitana si fece silenziosa.

“Uh, uh. Uh…”

C’era un grosso buco sulla fronte dell’attore sconosciuto che doveva andare all’audizione. L’uomo crollò sul posto.

[Questa non è una ripresa di un film.]

Ci fu di nuovo uno schiocco. Questa volta era la persona che aveva parlato del macchinista.

[Non è un sogno. Non è nemmeno un romanzo.]

Uno, due… Il sangue schizzò nell’aria mentre le teste di alcune persone cominciavano a scoppiare. Era tutta la gente che aveva protestato contro il dokkaebi, così come quelli che urlavano o andavano in panico. Coloro che stavano causando il minimo clamore si ritrovarono un buco in testa. All’improvviso, la metropolitana divenne un bagno di sangue.

[Questa non è più la “realtà” che conoscete. Capito? Quindi state zitti e ascoltatemi.]

Più di metà delle persone presenti erano morte. Pozze di sangue e pezzi di corpi riempivano il vagone. Ormai la gente non gridava più. Come scimmie primitive di fronte a un potente predatore, tutti guardavano il dokkaebi con terrore. Nella mia sorpresa, tenevo saldamente la spalla di Yoo Sangah, la quale stava singhiozzando.

Questa era la realtà. Lo strano messaggio che mi era rimbombato nelle orecchie, il dokkaebi apparso davanti a me, e il vagone che era diventato un bagno di sangue…

[Le vostre vite sono state belle confortevoli finora, non è vero?]

Nell’area dei sedili per persone con bisogni speciali, un’anziana signora incontrò gli occhi del dokkaebi.

[Avete vissuto gratuitamente troppo a lungo. La vita non è eccessivamente generosa? Siete nati e non avete pagato alcun prezzo per respirare, mangiare, defecare e procreare! Ah! Vivete davvero in un bel mondo!]

Gratuitamente? Nessuno nella metropolitana viveva gratis. La gente si sforzava di fare soldi per sopravvivere, e tornava a casa dal lavoro in metropolitana. Tuttavia, in quel momento, nessuno contestò le parole del dokkaebi.

[Ma ora i bei giorni sono finiti. Per quanto tempo pensavate di continuare a vivere gratuitamente? Se volete godervi la felicità, è buon senso pagare un prezzo. Non è così?]

Le persone ansimavano, incapaci di rispondere. Poi, in quel momento, qualcuno alzò timidamente la mano.

“V-vuoi dei soldi?”

Mi chiesi che tipo di persona potesse parlare nel mezzo di quella situazione, ma sorprendentemente conoscevo la sua faccia.

“Yoo Sangah. Quello non è il capo dipartimento Han del team finanziario?”

“…Sì.”

Non c’erano dubbi. Era un tipico raccomandato della compagnia e la persona numero uno che i nuovi arrivati ​​evitavano. Era Han Myungoh, capo dipartimento del team finanziario. Perché quest’uomo stava viaggiando in metropolitana?

“Ti darò tutti i soldi che servono. Prendili. In fondo mi occupo proprio di questo.” Il capo dipartimento Han tirò fuori il suo biglietto da visita mentre la gente lo incoraggiava. Era l’atmosfera di un salvatore che combatte contro i terroristi. “Quanto vuoi? Questa cifra? O il doppio?”

Stava offrendo una somma eccessivamente grande per un capo dipartimento di una società controllata. Correva voce che Han Myungoh fosse il figlio più giovane del leader della società affiliata e in quel momento pensai che potesse essere vero. Io non avrei potuto permettermi di portare tanti assegni nel mio portafoglio.

[Hmm, mi stai offrendo dei soldi umani?]

“E-Esatto! I soldi che ho con me in questo momento non sono molti, ma… posso darti qualsiasi cosa se mi fai uscire di qui.”

[Soldi. Bene. Una fibra vegetale che molti umani concordano reciprocamente di usare per gli scambi.]

L’espressione del capo dipartimento si illuminò. Era un’espressione alla “È proprio vero, il denaro è tutto”.
Che cosa pietosa.

“Ecco, questo è tutto quello che ho―”

[Peccato che si applichi solo nel vostro tempo e spazio.]

“Eh?”

Un attimo dopo, delle fiamme apparvero nell’aria e gli assegni nelle mani del capo dipartimento bruciarono. Il capo dipartimento Han lanciò un urlo.

[Quella carta non ha valore nel mondo del macrocosmo. Se lo fai ancora una volta, ti farò saltare la testa.]

“U-Uhhh…” La paura si diffuse ancora una volta sui volti delle persone presenti. Era facile leggere quello che stavano pensando, perché era proprio come la novel che conoscevo.

「Cosa diavolo succederà adesso? 」

Solo io sapevo cosa sarebbe successo in futuro.

[Uff, più passa il tempo che perdete a fare confusione, più il debito si accumula. Oh, be. Piuttosto che spiegarlo cento volte, sarà più semplice farvi guadagnare i vostri soldi da soli.]

Le corna del dokkaebi si alzarono come se fossero antenne e il suo corpo galleggiò fino al soffitto del treno.

Un attimo dopo, risuonò un messaggio.

[Il canale # BI-7623 è ora aperto.]

[Le Costellazioni sono entrate.]

Una piccola finestra emerse davanti agli occhi vuoti di tutti.

[Lo scenario principale è arrivato!]

+

[Scenario principale n. 1 – Prova di valore]

Categoria: Principale

Difficoltà: F

Condizioni di completamento: Uccidi una o più creature viventi

Limite di tempo: 30 minuti

Premio: 300 monete

Pena per il fallimento: Morte

+

Il dokkaebi fece un leggero sorriso mentre diveniva trasparente, poi scomparve nello spazio successivo.

[Allora, buona fortuna a tutti! Per favore, fatemi vedere una storia interessante.]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: