Omniscient Reader’s Viewpoint – Capitolo 4

Episodio 1 – Inizia il servizio a pagamento (4)

Mi venne da ridere. Dovetti darmi una strofinata agli occhi e guardare di nuovo per accertarmi se non avessi visto male. L’estensione del file era TXT. Allora questa persona… Il regalo che mi aveva mandato era una copia della sua novel?

[Hai ottenuto un attributo esclusivo.]

[Lo slot esclusivo delle abilità è stato attivato.]

Sentii un messaggio nell’orecchio dopo aver avviato il file. Non era sorprendente, considerando che il mondo era diventato quello di “Ways of Survival”. Tutti i sopravvissuti di “Ways of Survival” avevano attributi e abilità esclusivi.

Con tranquillità, pronunciai le parole “Finestra attributi” nella mia mente. Avevo bisogno di conoscere l’attributo che avevo ricevuto.

[Non puoi attivare la finestra degli attributi.]

Che cosa? Provai ancora una volta a richiamare “Finestra attributi”, ma il risultato fu lo stesso.

Era assurdo. Era mai successo qualcosa di simile? Se non potevo usare la finestra degli Attributi, non avrei potuto sapere quali attributi o abilità avessi.

Conoscere sé stessi e un nemico significa essere invincibili. Ma questa era una situazione in cui non conoscevo nemmeno me stesso, figuriamoci il nemico.

Dopo aver fissato il vuoto per un po’, ci rinunciai e decisi di leggere il testo che l’autore mi aveva mandato.

[La tua velocità di lettura è aumentata a causa dell’effetto dell’attributo esclusivo.]

Non sapevo quale fosse l’attributo, ma mi ci volle meno di un minuto per leggere il primo atto di “Ways of Survival”, grazie al suo effetto.

Poi lo trovai. Il punto in cui il mio dito si era fermato era verso l’inizio dell’opera, dove il personaggio principale stava facendo delle “cose” nella scena del treno.

「Vide delle persone radunate dalla porta sul retro del vagone 3707. La rotellina dell’accendino, da lui tenuto saldamente, era fredda. In questa vita, non poteva assolutamente fare errori. Avrebbe usato qualsiasi mezzo per il suo scopo.

Quell’espressione di paura sui volti delle persone…

Non si sentiva in colpa. Tutto era fugace. Guardò le persone con occhi spietati. Dopo un po’, le sue dita si mossero e il fuoco divampò. Poi tutto ebbe inizio. 」

Un brivido mi percorse la schiena e dovetti leggere il brano ancora una volta. Il motivo del mio disagio fu presto rivelato.

“… 3707.”

Di riflesso controllai il numero della mia carrozza.

[3807].

Il vagone su cui mi trovavo era dietro la carrozza su cui viaggiava il protagonista. Le mie mani tremarono debolmente.

“…Aspetta un attimo. Quante persone erano sopravvissute originariamente in questo vagone?”

「Guardò attraverso il finestrino sfocato verso la carrozza 3807. Era già troppo tardi. Era inevitabile. Comunque, solo due persone erano sopravvissute in quella carrozza. 」

Solo due erano sopravvissuti. Significava che sarebbero morti tutti tranne due persone. E sapevo già chi sarebbero state quelle due persone.

Alzai la testa e guardai con sguardo vacuo Yoo Sangah. Forse lei sarebbe morta.

…E io pure.

“Dokja, non dovremmo fermarlo?”

Stava succedendo qualcosa nel punto indicato da Yoo Sangah. Provenivano dei gemiti da lì.

Un giovane era chinato davanti alla donna anziana.

“Cazzo, già sono di cattivo umore e questa vecchia continua pure a piagnucolare! Vuoi stare zitta? ”

Il ragazzo era uno studente maschio fino a quel momento appoggiato all’ingresso. Era magro e aveva i capelli tinti di bianco. Il suo nome era scritto sul distintivo attaccato alla sua uniforme.

Kim Namwoon. Era un nome che conoscevo.

「Solo Lee Hyunsung e Kim Namwoon sono sopravvissuti in quella carrozza. Non importa. Comunque sono gli unici due di cui ho bisogno. 」

“Non ti avevo detto di stare zitta?”

Kim Namwoon, in piena agitazione, afferrò il bavero della donna. Le gambe impotenti dell’anziana signora vacillarono. Il palmo di Kim Namwoon si mosse nell’aria.

Uno schiaffo. E poi un altro.

In tempi normali, qualcuno sarebbe corso a fermarlo. Ma in quel momento nessuno si mosse. Non passò molto tempo prima che gli schiaffi si trasformassero in pugni.

“S-salvatemi! Salvatemi…! ”

Potevo sentire distintamente il suono che fa un pugno mentre colpisce la carne. Alcuni degli uomini intorno a Kim Namwoon esitarono, ma nessuno di loro voleva andare avanti. Sorprendentemente, la prima persona ad agire fu Han Myungoh.

“Giovanotto, trattare un’anziana in questo modo…!”

Tuttavia, ciò che ottenne in risposta furono parole dette con disprezzo.

“Mister, vuoi morire?”

“…Che cosa?”

“Ancora non capisci la situazione?”

“Che stronzate sta dicendo questo moccioso?”

Kim Namwoon si limitò a ridere per le imprecazioni di Han Myungoh. Con un dito indicò il soffitto della carrozza della metropolitana.

“Non lo vedi?”

Sul soffitto, uno schermo olografico mostrava una serie di immagini.

[R-Risparmiami!]

[Aaaagh!]

[Muori! Muori!]

Non si trattava solo di carrozze ferroviarie o della Scuola Superiore Daepong. Era un video in diretta di persone che morivano in tutto il paese. Kim Namwoon continuò a parlare.

“Ancora non capisci? L’esercito non verrà a salvarci. E qualcuno deve morire.”

“C-cosa stai dicendo…?”

“Dobbiamo scegliere qualcuno da sacrificare.”

Han Myungoh non era in grado di replicare. I peli del suo polso esposto erano rizzati per via dei brividi.

“Certo, so cosa stai pensando. Dovrei uccidere dei miei connazionali per vivere? È qualcosa che solo dei figli di puttana farebbero. Ma sai, è una forza al di là del nostro controllo. Al di là del nostro controllo. Moriremo se non uccidiamo qualcuno. Chi ci potrà biasimare? Vuoi morire a causa della tua morale?”

“E-ecco…”

“Pensaci bene. Il mondo che hai conosciuto sino ad ora è appena finito.”

Le spalle di Han Myungoh tremavano. Non era solo Han Myungoh. Si vedevano increspature negli occhi di diverse persone. Era una situazione in cui il loro vago senso di moralità stava crollando. Kim Namwoon diede un’ulteriore scossa a quelle crepe.

“Un nuovo mondo richiede nuove leggi.”

Kim Namwoon era il giovane che si era adattato più velocemente al mondo di “Ways of Survival”.

Kim Namwoon si voltò e riprese a prendere a pugni l’anziana signora. Questa volta nessuno lo fermò. Han Myungoh, gli altri uomini… Nemmeno Lee Hyunsung.

I pugni del soldato tremavano mentre fissava l’aria con un’espressione smarrita. Forse anche lui aveva preso una decisione.

“Sigh… È difficile uccidere qualcuno. E voi intendete solo guardare? Volete restare indietro?”

Le persone tremarono alle parole di Kim Namwoon. Le loro espressioni facciali erano facili da leggere come le frasi di un romanzo da quattro soldi.

「Se non ci saranno uccisioni entro cinque minuti, tutti in questa carrozza moriranno. 」

Gli occhi delle persone stavano cambiando.

「Se quella vecchia non muore, noi moriremo in cinque minuti …」

Gli occhi più primitivi che una creatura vivente possa avere.

“Sì… Questo bastardo ha ragione. Se non lo facciamo, moriranno tutti!”

Il primo uomo si precipitò verso Kim Namwoon. Iniziò a prendere a calci l’anziana signora, raggomitolatasi e ormai svenuta.

“Ve ne siete dimenticati? Qualcuno deve morire! Solo così noi potremo sopravvivere! ”

“Ah, cazzo… Non lo so.”

Poi ne arrivò un secondo e un terzo.

Le persone a poca distanza dalla donna, i codardi che si stavano trattenendo, lo studente universitario che stava filmando tutto con il suo telefono, la madre del bambino e Han Myungoh…

Stavano tutti linciando l’anziana donna, mirando alla sua morte.

“Muori! Sbrigati a morire! ”

Erano come guardie che cooperano per la pena di morte. Come le guardie che tirano contemporaneamente la leva in modo che non si possa dire chi abbia ucciso davvero il prigioniero, queste persone prendevano a calci e pugni passivamente la vecchia.

…E io ero testimone di tutto questo. Ero in attesa, come se fossero cose che avvenivano in un altro mondo.

Quella donna di cui non conoscevo neanche il nome non era destinata a vivere. Nello scenario originale, era morta. Quindi… non era un peccato osservarla morire.

In quel momento, Yoo Sangah si alzò.

“Verrai uccisa!”, La afferrai di riflesso. “Ti avevo detto di non muoverti.”

Il braccio che stavo stringendo tremava. Yoo Sangah strinse i pugni nel tentativo di nascondere il suo tremito.

“Lo so, lo so…!”

“Yoo Sangah, morirai se vai lì adesso.”

Gli occhi di Yoo Sangah tremavano di paura.

Però… Lo avevo capito. Nonostante il genere della storia fosse cambiato, alcune persone non potevano fare altro che risplendere.

“Yoo Sangah. Siediti.”

Tuttavia, la persona che avrebbe potuto cambiare questa storia non era Yoo Sangah. Yoo Sangah non era la protagonista di questo mondo.

“Eh? Ma-”

“Fai come dico, solo per questa volta. Dopodiché non interferirò più.”

Dopo aver rimesso Yoo Sangah al suo posto con la forza, presi un respiro profondo e mi voltai. Raddrizzai la schiena e tremai mentre espiravo, allentando la tensione alle caviglie e ai polsi.

In effetti, era un po’ presto per farsi avanti. Inizialmente non era questo il mio piano.

“… Dokja?”

Non risposi alla sua chiamata. Stavo guardando le persone intente ad aggredire l’anziana.

Non stavo esitando perché avessi paura di Kim Namwoon e degli altri, né ero d’accordo con la loro disumanità.

Stavo solo aspettando il momento in cui avrei dovuto muovermi. Quindi…

Kwaang!

Proprio adesso.

“Aagh! Che cosa?”

Un’esplosione mi rimbombò nelle orecchie e il treno fu sottoposto a una forte scossa. La gente gridò. Il fumo saliva dall’angolo anteriore destro della carrozza. Era iniziata. Quindi feci la mia mossa.

Calciai il terreno più forte che potevo con il piede destro per darmi la rincorsa. Scattando, passai attraverso la gente urlante e mi accovacciai accanto alla donna.

“Che cosa? Eeeeok! ”

Kim Namwoon si era scontrato con me ed era caduto a terra lanciando un urlo. A prima vista sembrava che stessi salvando la vecchia, ma non era quello a cui miravo.

Dov’era? Mi guardai rapidamente intorno.

Qualcuno era caduto vicino all’anziana signora a causa dell’esplosione. Era un bambino, che piangeva in mezzo a quell’inferno. Lo stesso ragazzino che prima teneva tra le mani la gabbia per gli insetti.

“Scusami un momento.”

Presi la sua gabbietta.

Una volta che infilai la mano nella gabbia, la chitina di una cavalletta mi toccò la punta delle dita. Presi un insetto e lo misi nelle mani del bambino. Poi mi rivolsi alla gente.

“Fermatevi tutti! Non riuscirete a sopravvivere se uccidete la vecchia.”

La mia voce si sentì sorprendentemente bene a causa del silenzio temporaneo dopo l’esplosione. Uno per uno, le persone iniziarono a guardarmi.

“Mettiamo che la uccidiate. E dopo?”

Le loro espressioni sorprese erano davvero belle a vedersi.

“La morte della signora sarà riconosciuta per quello che il dokkaebi chiama la ‘prima uccisione’ e avremo guadagnato tempo. Ma poi?”

“Ah…”

“Se quello che dice il dokkaebi è vero, ognuno di voi dovrà uccidere qualcuno. Dunque chi ucciderete dopo quella donna? La persona che vi sta accanto in questo momento?”

Le persone, dopo un momento passato a pensare, si stavano allontanando l’una dall’altra. I loro occhi erano pieni di orrore. In effetti, tutti lo sapevano. La vecchia era solo l’inizio.

Kim Namwoon notò quell’atmosfera tesa.

“Ahah, di cosa vi preoccupate? Dopo ci basterà uccidere i codardi come lui! E tu non preoccuparti per il tuo turno in anticipo! In fondo, le probabilità sono uguali per tutti!”

Immaginavo che Kim Namwoon avrebbe detto qualcosa del genere. Lo interruppi con un leggero gesto della mano.

“Non c’è bisogno di giocare d’azzardo così. C’è un modo per sopravvivere tutti, senza diventare assassini.”

“Che cosa?”

“Q-quale sarebbe?”

La gente divenne molto agitata. L’espressione di Kim Namwoon si distorse.

“Ve ne siete dimenticati? La condizione di completamento dello scenario non era ‘uccidi una persona’.”

La maggior parte della gente era ancora perplessa, ma alcuni iniziarono a notare una cosa.

[Uccidi uno o più esseri viventi.]

Giusto. Fin dall’inizio, la parola “persona” non era mai stata specificata nel contenuto dello scenario.

Uccidi uno o più esseri viventi. In altre parole, ogni vita era valida. Una persona particolarmente arguta gridò verso la gabbia per insetti che avevo in mano.

“Gli insetti! Gli insetti!”

Locuste e cavallette stavano saltellando all’interno della gabbia. Gli occhi della gente iniziarono a brillare. Io annuii.

“Esatto, gli insetti.”

Misi la mano nella gabbia e tirai fuori una cavalletta. Era quella paffuta che avevo tastato in precedenza.

“D-Dammene uno! Presto!”

“Solo uno! Me ne serve solo uno! ”

Indietreggiai lentamente mentre guardavo le persone che si avvicinavano. Stavo affrontando faccia a faccia la follia esplosiva che poco prima stava cercando di uccidere un’anziana donna. Eppure dal mio volto emerse un sorriso.

Perché? Anche in mezzo a questa tensione mozzafiato, perché il mio cuore batteva di gioia?

“Vorreste averli?”

Agitavo la gabbia come un addestratore che provoca un animale. Diverse persone impazienti balzarono verso di me.

“Allora prendeteli!”

Schiacciai la cavalletta che tenevo nella mia mano.

[Hai raggiunto l’obiettivo “Prima Uccisione”!]

[100 monete sono state guadagnate come compensazione aggiuntiva.]

Allo stesso tempo, lanciai la gabbia che avevo nell’altra mano il più forte possibile. Avevo mirato verso il lato opposto dell’area dove si era radunata la folla.

“Questo è pazzo!”

Gli insetti si liberarono e iniziarono a saltare più forte che potevano verso la libertà.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: